Betulla

BETULLA (24 Dicembre – 20 Gennaio)

Ogham

Sorbo – Edera – Abete Bianco: nel cuore della Betulla ora alberga una grande serenità, la certezza che nulla di male ti potrà accadere. Questo nonostante una situazione che è ancora molto confusa, ma all’orizzonte è chiaro che c’è un potere più grande che ti protegge e che ti consentirà di superare incolume questo momento.

Sorbo

Quello che trapela con maggiore chiarezza da questa lettura del Primo Quarto di Luna è il concetto secondo il quale sei protetto, e ti senti protetto. Accade come se, nella particolare situazione che stai attraversando e che accomuna anche tutti gli altri segni ogamici, tu avessi trovato una bolla isolata in cui riuscire a sopravvivere ai venti avversi. Questo racconta il tuo primo Ogham che è il Sorbo e che parla di protezione dal male, quindi di buona fortuna. Essendo in prima posizione, dice che la tua miglior difesa sei tu stesso, il tuo modo di guardare il mondo ti protegge dal dolore.

Edera

Questo nonostante la situazione non sia migliorata poi di molto rispetto alla passata lettura ogamica. Ancora una volta tutto è caotico e confuso: lo dice il tuo secondo Ogham che è l’Edera. Ci sono molte cose che ancora non appaiono con chiarezza, e questo ovviamente ti impedisce di agire, ma non di cominciare già a fare nuovi progetti.

Abete

Il tuo ultimo Ogham ribadisce in un certo senso quanto già detto dal Sorbo. Troviamo infatti l’Abete Bianco, che per i Celti era l’albero sacro della foresta, quello all’interno del quale risiedeva il genio protettore. Genio protettore, ma anche espressione dell’identità stessa della foresta che rappresentava. Ecco dunque che è la tua forte consapevolezza, sono le tue radicate radici che ti possono aiutare a superare il momento travagliato che attraversi traghettandoti già oltre.

I commenti sono chiusi.