Giunco

Pubblicità

GIUNCO (28 Ottobre – 24 Novembre)

ogham-primo-quarto-novembre-bis

Quercia – Vite – Nocciolo: gli Ogham avevano promesso che il Sambuco non avrebbe lasciato la sua traccia su di te, e così è stato. Adesso il Giunco ha capito che era arrivato il momento di cambiare mente, di mutare di nuovo intenzioni per riuscire ad affrontare i cambiamenti imposti dai tempi. Ed ecco allora che in te sboccia una nuova consapevolezza, che in chiusura di lettura si concretizza con l’Ogham del Nocciolo. Qualcuno ha avuto una buona intuizione e tu, che ti fidi sempre di chi ragiona di pancia, hai deciso di fidarti a tua volta. Sembra che ci sia nuovo fermento, e questo ti fa bene.

Quercia

Il primo Ogham della tua lettura è la Quercia, un simbolo che descrive la tua ferma intenzione di cambiare modo di fare, o forse semplicemente racconta come questo cambiamento sia già avvenuto. Ti sei crogiolato troppo nei tuoi pensieri e nei tuoi malumori, ma adesso hai capito che non ne vale la pena. Adesso è il momento di fare e di osare, e tu ti senti pronto a voltare pagina una volta per tutte.

Pubblicità
Vite

In seconda posizione c’è forse il motivo di queste tue nuove determinazioni, che si concretizzano con un Ogham che ti è molto caro, la Vite. La Vite, l’arbusto da cui i Celti ricavano il ino delle fate, dice che l’istinto è la tua guida. Che sia un’idea tua o di qualcun altro, sei pronto a seguire ciò che dice il cuore più di quello che dice la ragione.

Pubblicità
Nocciolo

La nuova direzione che dentro di te hai deciso di intraprendere, e che la tua vita sta prendendo, si riassume tutta nell’ultimo Ogham della tua lettura. Il Nocciolo parla di saggezza, quella nuova saggezza che senti di aver trovato in te. Forse potrai non essere saggio in assoluto, non per tutti. Ma tu senti che quello che hai deciso adesso è la cosa migliore per te, e questa è la vera saggezza.

Pubblicità

I commenti sono chiusi.