Le caverne di Longyou: né chi né come è il loro mistero

Le leggende dicevano che le polle d’acqua che circondano il villaggio di Shiyan Beicun, che si trova in Cina, nella provincia di Zhejiang, fossero senza fondo. Così nel 1992 un uomo decise di verificare se era davvero così. Wu Anai si mise a drenare acqua e scoprì in questo modo le caverne di Longyou, considerate oggi una delle meraviglie del mondo antico. Una meraviglia ammantata dal mistero, visto che non si sa né come furono costruite, né da chi.

Sotto terra (e sotto l’acqua)

longyou
Fonte: flashcuriositynews.blogspot.com

Era il 1992 quando un uomo che abitava nel villaggio di Shiyan Beicun decise di togliersi una curiosità che lo perseguiva da sempre. Wu Anai decise che voleva sapere se una diceria molto diffusa tra la sua gente corrispondesse al vero: ovvero se le grotte di Longyou, ricolme di acqua, fossero davvero senza fondo. E non c’era che un modo per scoprirlo: pompare via l’acqua e scoprire quanto quelle pozze fossero realmente profonde.

La sua impresa si rivelò una delle scoperte archeologiche più importanti di quei tempi. Apparve infatti chiaro che, una volta eliminata l’acqua, nel sottosuolo non c’erano cavità naturali ma grotte scavate da mano umana. E che mano: quelle grotte erano una vera meraviglia. Dapprima ne vennero alla luce alcune, poco alla volta si capì che ce n’erano altre. Infine ne emersero ben 36.

Sono tanti gli aspetti stupefacenti di queste caverne, che oggi sono diventate una delle attrazioni turistiche più gettonate della zona. La loro superficie complessiva occupa ben 30.000 metri quadri, perfettamente conservati con colonne e splendide incisioni. Sembra incredibile ma il loro stato di conservazione è eccellente. La loro costruzione dovrebbe risalire a 2000 anni fa: davvero arduo ipotizzare come sia stato possibile realizzare un’opera di simile imponenza.

Le incredibili grotte di Longyou

longyou
Fonte: eugene.kaspersky.com

Parlando di “grotte” si potrebbe pensare a semplici cavità aperte nel sottosuolo: ma la verità è che queste stanze sembrano davvero quelle di un palazzo sotterraneo e acquatico. Di certo è il più ampio progetto di scavo dell’antichità, un’opera ciclopica rispetto alla quale ci si aspetterebbero diverse testimonianze scritte. Invece, non una sola riga ha mai parlato delle caverne di Longyou e della loro straordinaria architettura.

La grotte sono state ricavate intagliando la stiltite, la pietra locale, ad una profondità di 30 metri. Ogni caverna contiene diverse stanze, oltre a ponti, piscine, grondaie, e incisioni raffinatissime sulle pareti. Imponenti pilastri sorreggono il soffitto delle caverne, distribuiti in modo geometricamente uniforme. Di più: tutte le pareti riportano una modanatura di linee trasversali, che non è facile spiegare a cosa siano dovute. Sono rigorosamente fatte a mano, e devono aver richeisto un impegno imponente.

longyou
Fonte: note.taable.com

Quello che nessuno si sa spiegare è quale impero umano possa aver portato a termine una costruzione così ambiziosa. Per scavare le grotte, dicono gli ingegneri, sono stati spostati un milione di metri cubi di roccia. Se si pensa all’utilizzo degli strumento che all’epoca considerata erano a disposizione degli esseri umani, si calcola che lo scavo abbia impiegato circa 1000 persone per 6 anni, a patto però che lavorassero ininterrottamente 24 ore su 24. Impossibile.

Altri enigmi

longyou
Fonte: www.bibliotecapleyades.net

Quindi la natura stessa delle caverne rappresenta un grande enigma difficile da sciogliere. Poi c’è la questione dei pesci: tutte le pozze (e ce ne sono numerose) dell’area di Longyou sono ricchissime di pesci e di ogni forma di vita animale. Quando le caverne vennero drenate, invece, erano assolutamente vuote. Nulla di nulla. Cosa c’è nei loro ambienti che risulta insopportabile alla vita acquatica?

Nessun osa spiegarsi che fine abbiano fatto gli strumenti di costruzione, poiché negli ambienti sottomarini non è stato trovato nulla. Nè è dato sapere che fine abbia fatto tutto il materiale di risulta, lo scarto dello scavo delle caverne. Ancora: le grotte, come dicevamo, sono in perfetto stato di conservazione. Il che è abbastanza curioso, visto che sono rimaste sott’acqua per ben 2000 anni, a quel che si stima.

Non ci sono segni di danni arrecati da scosse telluriche, nè alcun tipo di manomissione. Bisogna considerare che le pareti a volte hano solo 50 centimetri di spessore, e che le grotte sono tutte isolate l’una dall’altra. L’architettura con cui sono state concepite è più che perfetta, quasi sovrumana. Le immagini scolpite su molte pareti sono bellissime, ma nessuno sa quale sia il loro significato.

Chi costruì le grotte di Longyou

longyou
Fonte: Wikimedia Commons

Le domande che restano aperte, osservando questa straordinaria opera umana, sono molte. Che tecnologia fu usata per scavare le caverne di Longyou? Quali strumenti vennero utilizzati, come mai sono rimaste nascoste al genere umano per tanto tempo? Perché nessuno mai ne ha scritto nulla, considerando che invece i cinesi amano documentare ogni cosa che fanno?

La domanda definitiva però, quella che potrebbe dare risposta anche a tutto il resto, è una sola: chi ha costruito le caverne di Longyou, e a quale scopo? Non si può negare che, per quanto queste grotte non siano chiaramente naturali, nemmeno appaiono realizzate da mano umana per la loro perfezione, per il preciso disegno che devono aver presupposto.

Ad oggi non c’è alcun tipo di indizio che possa aiutare a far luce su questo mistero. In mancanza di altri elementi, non ci sono che due ipotesi sicure. la prima è che i nostri predecessori fossero meno “primitivi” di quanto non crediamo: e non servono le grotte di Longyou a confermarci questa verità. La seconda è che i nostri predecessori fossero creature ben diverse da quanto archeologia, storia e antropologia continuano a ripeterci.

Fonti:

Cosa ne pensi?