La Luna Nera, Lilith, Tanit: significati astrologici e non solo

Quando si legge il Tema Natale di un soggetto, l’Astrologia non tiene conto solo dei Pianeti conosciuti (tra i quali sono annoverati anche il Sole e la Luna). C’è anche un altro astro di cui tenere conto, che è molto curioso perché, in realtà, non esiste. Quando senti parlare di “Luna Nera” o di “Lilith“, sappi che si sta parlando di un corpo celeste che non c’è e che brilla per la sua assenza.

Il significato astrologico di Lilith, ciononostante, è molto preciso, specie nell’Astrologia karmika. Inoltre questo nome porta con sé anche molte altre storie e interpretazioni: ecco quali.

La donna che si ribellò

Luna Nera
Fonte: curiousmindmagazine.com

Lilith è un nome oscuro, come la Luna Nera cui è associato. Secondo la tradizione, quando Dio creò Adamo creò anche una donna per fargli compagnia. Non si trattava però di Eva, che venne solo dopo e fu formata dalla costola dell’uomo. La primissima donna si chiamava Lilith ed ebbe una creazione indipendente, esattamente come Adamo.

Forse per questo motivo, Lilith mal digeriva il fatto di essere sottomessa all’uomo. Cominciò a ribellarsi a lui e a Dio, rifiutandone le leggi. Venne così bandita dal Paradiso Terreste e si rifugiò tra i Demoni del deserto. Preferì avere la libertà assoluta di fare ciò che desiderava, e di essere come voleva, piuttosto che essere soggiogata ai voleri altrui.

Lilith, per questo, è spesso simbolo del male, associata ad una oscurità che ritroviamo nella Luna Nera. Più che altro, possiamo dire che anch’essa, come Sibilla e altre figure femminili della mitologia, ha assunto una concezione negativa per il semplice fatto di essere intelligente e di rivendicare la sua parità con il maschio.

Non dobbiamo scambiare tutto questo con un semplice femminismo ante-litteram. Lilith, in quanto prima donna, è davvero la Madre Terra, la sua incarnazione primordiale e ctonia. Essa rappresenta le pulsioni della carne, tutto ciò che ci agita più profondamente a cui spesso non sappiamo, o non vogliamo, dare nome.

La Luna Nera degli Astronomi

Luna Nera
Fonte: www.jestpic.com

Il significato che la Luna Nera-Lilith ha nel linguaggio astrologico è in effetti un po’ quello che abbiamo appena illustrato. Ma come è entrato questo concetto a far parte dello Zodiaco e delle letture dell’Oroscopo?

Sappiamo che, storicamente, in Astrologia venivano considerati Sole, Luna e i Pianeti conosciuti. Ciò vuol dire che fino al 1846, anno in cui venne scoperto Nettuno, questo pianeta e Urano non erano parte delle carte astrologiche. Solo in seguito vennero inclusi tra gli altri.

Insieme a Nettuno, però, nel 1846 fu osservato anche un altro curioso fenomeno. Fu avvistato infatti un corpo celeste che si muoveva attorno alla Terra, come la Luna, ma lo faceva ad una tale velocità che non era possibile osservarlo con chiarezza. Venne chiamato “Luna Nera”. Fu nel 1918 che un famoso astrologo e teosofista inglese, Sepharial, associò la Luna Nera al mito di Lilith.

Solo una ventina di anni più tardi si capì che quel corpo celeste o non era mai esistito, o era svanito nel nulla. Forse era un asteroide di passaggio, ma non si è mai chiarito con certezza. Fatto sta che ormai la Luna Nera esisteva, e fu identificata con un punto esatto: solo che si tratta di un punto vuoto.

Luna Nera
Fonte: www.astro.com

La Luna Nera-Lilith è il secondo fuoco che la Luna disegna descrivendo la sua orbita ellittica intorno alla Terra. Un’ellisse, essendo di forma schiacciata, non ha un unico centro, come il cerchio, ma due fuochi. Nel caso dell’orbita lunare, il primo è la Terra, e il secondo è Lilith. In quel punto, sia chiaro, non c’è nulla: ecco perché si definisce anche “Luna Nera”.

Da Lilith a Tanit

Come abbiamo detto, Lilith è una figura femminile di grande autodeterminazione che, in quanto tale, ce ne ricorda molte altre: non ultima la nostra saggia Sibilla Appenninica. Quella a cui però più spesso viene associata è la dea Tanit, che era una delle principali divinità del pantheon cartaginese.

Cartagine, secondo la leggenda, fu fondata dalla Regina Didone e per secoli fu la sovrana indiscussa del Mediterraneo. Questo fino a che la potente Roma non la rase al suolo, spargendo sale su ciò che restava di lei. La divinità maschile venerata a Cartagine era Baal, al cui fianco c’era Tanit, che forse non gli era affatto subordinata, anzi.

Tra quel che resta di Cartagine (che oggi corrisponde ai sobborghi di Tunisi), ovvero monete e stele di pietra, si trova spesso la sua effigie. Essa è formata da un triangolo equilatero, una linea e un cerchio: una simbologia misteriosa che è stata letta in molti modi, e che qualcuno ha anche avvicinato alla misteriosa Dama di Elche.

Inoltre Tanis era raffigurata come una donna possente, che si stringe i seni o cavalca un leone. Una figura di grande forza, la Grande Madre, un’altra delle migliaia di incarnazioni del culto primordiale della Madre Terra. I simboli di Tanit sono stati ritrovati anche in Cornovaglia e nell’Inghilterra occidentale, tanto che potrebbe coincidere con la dea festeggiata alla festa celtica di Beltane.

Ancora una volta ci troviamo davanti ad un archetipo femminile di grande potenza, oscuro in quanto difficile da capire, specie per una società come quella contemporanea, che ha bisogno di rendere tutto leggibile e razionale e non è più in grado di connettersi con le forze primigenie della Terra.

Cosa significa la Luna Nera in Astrologia

luna nera
Fonte: Pinterest

Quali sono i significati di cui è portatrice la Luna nera in un Tema Natale o, in generale, in una lettura astrologica? La Luna Nera attraversa lo Zodiaco in un periodo di circa nove anni, sostando in ogni segno per un periodo di nove mesi. Il suo influsso ha a che vedere con le parti più oscure e nascoste di noi, con quelle che non riusciamo spesso a vedere nemmeno noi stessi e che di certo non vogliamo mostrare.

Lilith però ci spinge a confrontarci con questo “lato oscuro”, con la nostra Luna Nera. Ci spinge a migliorare, a fare i conti con ciò che siamo davvero per non doverne avere più paura. Nell’Astrologia karmika si esplica ancora meglio il segno di questo astro-che-non-c’è.

Nell’Astrologia karmika, che si basa sulla credenza che ognuno di noi attraversa molte esistenze diverse, la Luna Nera sono i nodi irrisolti delle nostre vite passate, quelli che dobbiamo sciogliere per andare avanti nel ciclo di vite che è stato approntato per ognuno di noi.

Da Lilith, a Tanit, fino alla moderna Astrologia, la Luna Nera sembra collegare diverse fasi della storia dell’Uomo. La sua luce oscura illumina ciò che non esce mai alla luce del Sole, ma che dall’Ombra ci plasma e caratterizza molto di più di quanto non vorremmo, o non potremmo credere.

Cosa ne pensi?